Una notte d’estate

È durante una notte d’estate in cui non riesco a prendere sonno che mi ritrovo a scrivere su questo foglio un’altra pagina della nostra storia.. ciò è singolare poiché in genere non mi capita spesso ma i pensieri e le emozioni affiorano nella mia mente come un treno che percorre veloce la sua corsa.. è stato un anno denso di tante emozioni che si sono susseguite l’un l’altra senza nemmeno che ne potessi prendere atto.. si dice che per costruire un grande edificio si debba partire dalle fondamenta.. e noi, allo stesso modo, abbiamo posto un mattone alla volta, l’uno sull’altro , ma senza fretta affinché tutti i mattoni potessero assemblarsi nel modo corretto. Ognuno di noi ha impegnato se stesso in qualcosa in cui credevamo e che esula dal semplice conseguimento di un grado piuttosto che un altro perché il nostro obiettivo era quello di essere sempre più uniti, più forti e sempre più legati da una forza attrattiva che ci ha consentito di superare qualsiasi difficoltà e di appagare la fiducia che tante persone hanno riposto in noi. Tutto questo è grazie al nostro Sifu Nicola che merita da parte di tutti noi stima e gratitudine.  Le mie parole non vogliono ricadere in un semplice ringraziamento che potrebbe apparire ai più scontato e ripetitivo ma vogliono sottolineare ciò che lui fa ogni giorno per noi. Con profonda umiltà accompagnata da una grande saggezza ci infonde coraggio e ci fa espirare la paura di affrontare le difficoltà della vita quotidiana e al momento opportuno ci redarguisce o ci premia se ci siamo dimostrati meritevoli..ma soprattutto a me ha insegnato che esiste sempre un modo per ottenere una cosa che si desidera dal profondo del cuore e che, anche con i piccoli gesti, si possono rendere felici persone che a volte non hanno nulla e hanno solo bisogno che qualcuno faccia qualcosa per loro, senza pretendere nulla in cambio. Quando meno lo si aspetta arriva la sua chiamata con cui attribuisce un ruolo nuovo e inaspettato..

Mi riferisco a quando poco tempo fa ha conferito al mio Sihing Gianluca l’incarico di svolgere in sua vece il seminario di AWTKA presso l’Accademia di Bologna. Per lui e anche per me, in qualità di assistente, è stato un traguardo importante perché abbiamo compreso che tutti i nostri sforzi e il nostro impegno stanno mostrando i loro risultati.. quando ieri siamo giunti lì abbiamo trovato un clima confortevole in cui tutti ci hanno accolti a braccia aperte come se ci conoscessero da anni.. e sulla via del ritorno sia a me che al mio Si Hing è venuto spontaneo pensare che l’obiettivo del nostro Sifu di creare una famiglia è stato raggiunto e che, anche se lui non è fisicamente presente con noi, la sua presenza si avverte in ogni momento..

Per coloro che non praticano come noi il Kung Fu a volte può apparire difficile e strano comprendere il legame che unisce tutti noi perché si ha spesso l’idea che un’arte marziale sia uno sport come un altro in cui ti viene insegnato a ricevere un pugno a darlo all’avversario.. ma appena si entra in questo fantastico mondo si comprende che non si tratta solo di imparare dei programmi che ti consentono di conseguire la cintura nera piuttosto che rossa bensì si tratta di qualcosa di molto più profondo.. ed è un qualcosa che avverti dentro te stesso in maniera sempre più intensa, giorno per giorno, e che ti insegna a rispettare prima te stesso e poi gli altri e a saper attingere da chi ti circonda il lato migliore, adeguando te stesso e attenuando i propri difetti. Capisci così che nella vita non esistono solo il bianco e il nero ma esistono mille sfumature ed è in quelle che risiede la parte migliore di ognuno di noi.  Il lettore di questo articolo forse si sta domandando il perché di queste mie riflessioni.. ma in realtà non deve sempre esistere un motivo per giustificare una propria azione.. a volte per sentirsi vivi e liberi è sufficiente fare ciò che si sente.. e io stasera, in questa notte d’estate, mi sento di scrivere..

 

Giulia Petrarca

10342496_242748949263020_4004084394216668235_n

Pubblicato da: AWTKA

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.